Crea sito
RSS Feed

Maggio 2012: Un vero traguardo per l’AVIS

15 giugno 2012 by Maria Luisa 4.248 Comments »

E’ stato un mese di maggio intenso e produttivo per l’attività dell’Avis Comunale “Rossella Anastasio” di Soverato per quanto riguarda l’organizzazione sul territorio della raccolta sangue. Un mese che è stato caratterizzato da cinque tappe in calendario che hanno interessato i quattro Comuni su cui l’Associazione opera: Davoli-Satriano-San Sostene-Soverato. Presenti, al nastro di partenza mensile, il 6 maggio i volontari di Davoli, che con 23 unità di sangue raccolte hanno confermato di quanta generosità sono pervasi; a seguire, domenica 13, quelli di San Sostene che, con le 30 unità di sangue raccolte hanno fatto registrare un esaltante risultato che fa ben sperare per il futuro, evento che assume una particolare rilevanza per la presenza di diversi giovani che si sono cimentati per la prima volta con questo nobile gesto della donazione. Domenica 20 è toccato ai volontari di Satriano che hanno contribuito con 25 unità di sangue, migliorando il dato della precedente raccolta di gennaio quando le sacche furono 21. Infine, domenica 27 maggio è stato il turno dei donatori Soveratesi, presso la Sede dell’Associazione sita in Via Solferino 12, dove son state 34 le unità di sangue raccolte con 5 nuovi donatori; in questa occasione 2 volontari non hanno potuto donare il sangue per temporaneo impedimento ravvisato dalla dottoressa Assunta Ericinna che ha coordinato l’equipe sanitaria. Da evidenziare la raccolta infrasettimanale, organizzata appositamente per i giovani studenti dei due Istituti Scolastici Statali di Soverato, Geometra e Alberghiero dove sono state raccolte ben 36 unità di sangue, mentre 15 giovani non hanno potuto dare il sangue per temporaneo impedimento ravvisato nel corso della visita medica, praticata sempre ai donatori prima di ogni donazione, dalla Dottoressa Assunta Ericina coordinatrice dell’equipe sanitaria. Relativamente alla giornata di raccolta con gli studenti, Caterina Menniti, componente del Consiglio Direttivo dell’Associazione, che ha curato l’impeccabile organizzazione amministrativa dell’evento, dall’accoglienza al ristoro, coadiuvata dalle giovani volontarie del Sevizio Civile Nazionale Federica Corapi e Concetta Martino, ha affermato: Il sodalizio fra l’Avis Comunale di Soverato e le Scuole della città, è datato nel tempo e da quest’anno, oltre ai due Istituti Scolastici oggi nella nostra sede ben rappresentati dai numerosi studenti, abbiamo avuto l’adesione, al nostro progetto “A Scuola di Solidarietà con l’Avis”, anche del Liceo Scientifico e dell’Istituto Tecnico Commerciale i cui giovani studenti hanno partecipato alla raccolta di sangue nel mese di marzo. Non è di tutti i giorni gustare l’esplosione di gioiosa vivacità di tanti giovani che “pacificamente invadendo” la nostra Sede danno vita ad una gara di solidarietà replicando, anche nel numero delle sacche di sangue raccolto, l’ottimo risultato della raccolta organizzata, in collaborazione con le due Scuole, nel dicembre dello scorso anno. Le 36 unità di sangue raccolte sono la prova concreta della grande generosità di cui è pervaso il mondo giovanile cui occorre dare fiducia e opportunità. Colgo l’occasione, conclude Caterina Menniti, di rivolgere, a nome dell’Avis, un sentito ringraziamento a tutti i giovani partecipanti alla donazione, anche ai 15 giovani che, pur presentatisi con generoso entusiasmo e determinazione, per temporaneo impedimento, non hanno potuto fare la donazione, un ringraziamento e un benvenuto ai 20 nuovi donatori, giovani che per la prima volta hanno sperimentato la gioia della donazione di sangue, segno di un ringiovanimento costante della nostra associazione. E’ giusto sottolineare che il risultato oggi raggiunto, è anche frutto dell’efficace collaborazione con la nostra Avis Comunale dei Dirigenti Scolastici e dei Docenti degli Istituti Scolastici Soveratesi che con entusiasmo si prodigano nell’opera di sensibilizzazione dei giovani alla solidarietà e alla gratuita, volontaria, periodica e anonima donazione di sangue. Il presidente dell’Avis di Soverato, Rocco Chiaravalloti, orgoglioso dell’eccellente risultato ottenuto, ringrazia tutti i donatori e ricorda l’importanza di essere cittadini attivi nel promuovere solidarietà, donazione e salute, perché fare del bene, oltre ad aiutar chi ha bisogno, aiuta a vivere meglio anche chi ha donato, in ottica di umanità e disponibilità.

Maria Luisa Iezzi

Be Sociable, Share!
 

Comments are closed.